LAVORATORI ALL'ESTERO?

E' obbligatorio il modello A1!

12 giugno 2019
  • Cos’è il modello A1? Il modello A1 è un documento che certifica che il lavoratore “distaccato” rimane assicurato ai fini previdenziali nel paese UE in cui ha sede l’impresa distaccante od in quello di esercizio abituale dell’attività lavorativo autonoma. Quindi il modello A1 certifica quale sia la legislazione di sicurezza sociale applicata a quel rapporto di lavoro oggetto di distacco.
  • Per quali lavoratori deve essere richiesto il modello A1? Sia per i lavoratori dipendenti che per i lavoratori autonomi. Il conseguimento di tale documento attesta, dunque, che il lavoratore non è obbligato a versare contributi di sicurezza sociale (compresa l’assicurazione sanitaria) in altri Paesi, perché tali adempimenti continuano a essere effettuati nel Paese di provenienza del lavoratore. 
  • Quando deve essere richiesto? In ambito UE la trasferta non è stata regolamentata e l’istituto che è stato individuato per l’invio temporaneo dei lavoratori all’estero è quello del distacco. Pertanto per l’invio dei lavoratori in ambito UE, anche nei casi in cui secondo la legislazione Italiana possano essere considerati in trasferta (anche di breve durata), deve essere richiesto il modello A1.
  • Chi deve richiedere il modello A1? Per il lavoratore dipendente la richiesta del predetto certificato deve essere fatta dal datore di lavoro mentre, per il lavoratore autonomo, direttamente dall’interessato.
  • Cosa succede se si è sprovvisti del modello A1?  Premesso che il documento deve essere tenuto a disposizione e presentato, dal lavoratore o dal datore di lavoro, agli organi di vigilanza del Paese in cui svolge l’attività lavorativa.  In assenza del predetto modello e in applicazione della regola della territorialità, il datore di lavoro distaccatario sarà tenuto a versare i contributi previdenziali nel paese ospitante, ossia in quello presso il quale svolge la prestazione lavorativa. Potenzialmente, ove siano verificati i presupposti, potrebbe essere applicata la sanzione per lavoro irregolare.
  • NOVITA’: a decorrere dal 01/09/2019 le domande per il rilascio del modello A1 dovranno essere presentate all’Inps esclusivamente in via telematica. Fino al 31/08/2019 è previsto un periodo transitorio durante il quale sarà possibile inviare le domande sia con le consuete modalità si utilizzando il canale telematico (Inps Circolare n. 86 del 11/06/2019)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

SEGUICI!


Le informazioni contenute nel sito hanno carattere unicamente informativo.  Le stesse dovranno essere oggetto di approfondita disamina con il professionista di riferimento ed in ogni caso Studio ERBETTA non è responsabile per qualsiasi danno o problema causato da questo servizio.

Novara

Viale Giulio Cesare, 199
28100 Novara (NO)
Tel. 0321459506
Tel. 0321491105
Fax 0321491106

dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 08:30 alle ore 17:30

Sizzano

Via Carlo Giroldi, 29
28070 Sizzano (NO)
Tel. 0321 810006



tutti i Mercoledì
dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Il sito rappresenta uno strumento per fornire informazioni sull'attività professionale esercitata, secondo correttezza e verità, nel rispetto della dignità e del decoro della professione e degli obblighi di segretezza e di riservatezza ed è, quindi, conforme al dettato del nuovo art.13 del Codice Deontologico dei Consulenti del Lavoro come approvato dal Consiglio Nazionale Consulenti del Lavoro in data 30/31 marzo 2000.

This web page was built with Mobirise