build a website

CUMULABILITA' TRA NASpI E ALTRI REDDITI

circolare INPS N.174/2017

16 maggio 2018
  1. Compatibilità della NASpI con i compensi derivanti da borse di studio, borse lavoro, stage e tirocini professionali- Nei casi di soggetti beneficiari di indennità NASpI titolari di borse lavoro, stage e tirocini professionali, premi o sussidi per fini di studio o addestramento professionale non si ravvisa lo svolgimento di un’attività lavorativa prestata dal soggetto con correlativa remunerazione. In tali ipotesi, pertanto, le remunerazioni derivanti da borse lavoro, stage e tirocini professionali, nonché i premi o sussidi per fini di studio o di addestramento professionale sono interamente cumulabili con l’indennità NASpI e il beneficiario della prestazione non è tenuto ad effettuare all’INPS comunicazioni relative all’attività e alle relative remunerazioni.
  2. Compatibilità della NASpI con i compensi da prestazioni di lavoro occasionali - Il beneficiario della prestazione NASpI può svolgere prestazioni di lavoro occasionale nei limiti di compensi di importo non superiore a € 5.000 per anno civile. Entro detti limiti l’indennità NASpI è interamente cumulabile con i compensi derivanti dallo svolgimento di lavoro occasionale e il beneficiario della prestazione NASpI non è tenuto a comunicare all’Inps il compenso derivante dalla predetta attività.  
  3. Compatibilità della NASpI con i redditi derivanti da attività professionale esercitata da liberi professionisti iscritti a specifiche casse - Non sarebbe ammissibile la compatibilità tra l’indennità di disoccupazione NASpI ed il reddito derivante dallo svolgimento di attività professionale che comporta l’iscrizione obbligatoria a specifica cassa con conseguente decadenza dalla prestazione. Tuttavia si consideri che al medesimo libero professionista percettore di NASpI che ne richiedesse il pagamento anticipato in unica soluzione, la prestazione, non sussistendo alcuna contribuzione da riversare alla predetta Gestione prestazioni temporanee ai lavoratori dipendenti, di cui all’articolo 24 della legge n.88 del 1989, è erogabile. Ciò posto, con la finalità di evitare ingiustificate disparità di trattamento, nell’ipotesi fin qui descritta è ammessa, la compatibilità tra la NASpI e il reddito da attività professionale con la riduzione della prestazione nella misura e secondo le modalità legislativamente previste, non procedendo al riversamento della contribuzione disposto dal comma 2 del citato art.10. Il limite di reddito entro il quale è da ritenersi consentita l’attività in questione è pari a € 4.800. Il beneficiario della prestazione deve, a pena di decadenza, informare l’INPS entro un mese dall’inizio dell’attività cui si riferiscono i compensi, o dalla presentazione della domanda di NASpI se la suddetta attività era preesistente, dichiarando il reddito annuo che prevede di trarne anche ove sia pari a zero.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

SEGUICI!


Le informazioni contenute nel sito hanno carattere unicamente informativo.  Le stesse dovranno essere oggetto di approfondita disamina con il professionista di riferimento ed in ogni caso Studio ERBETTA non è responsabile per qualsiasi danno o problema causato da questo servizio.

Novara

Viale Giulio Cesare, 199
28100 Novara (NO)
Tel. 0321459506
Tel. 0321491105
Fax 0321491106

dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 08:30 alle ore 17:30

Sizzano

Via Carlo Giroldi, 29
28070 Sizzano (NO)
Tel. 0321 810006



tutti i Mercoledì
dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Il sito rappresenta uno strumento per fornire informazioni sull'attività professionale esercitata, secondo correttezza e verità, nel rispetto della dignità e del decoro della professione e degli obblighi di segretezza e di riservatezza ed è, quindi, conforme al dettato del nuovo art.13 del Codice Deontologico dei Consulenti del Lavoro come approvato dal Consiglio Nazionale Consulenti del Lavoro in data 30/31 marzo 2000.