SOMMINISTRAZIONE:

comunicazione obbligatoria entro fine gennaio!

18 gennaio 2019
  • Cosa si intende per somministrazione? Il contratto di somministrazione di lavoro è un particolare rapporto di lavoro, che si caratterizza per il coinvolgimento di tre soggetti: un’agenzia per il lavoro (somministratore), un’impresa (utilizzatore) ed il lavoratore.
  • Chiunque può essere un somministratore? No, l’attività di somministrazione può essere svolta solo dalle “agenzie per il lavoro” (interinali) che possiedono determinati requisiti e che siano preventivamente autorizzate dal Ministero del Lavoro. 
  • Per quali categorie di lavoratori può avvenire la somministrazione? La somministrazione può avvenire per qualsiasi categoria di lavoratori subordinati (operai, impiegati, quadri e dirigenti). I lavoratori somministrati hanno nei confronti dell’impresa utilizzatrice gli stessi doveri dei lavoratori dipendenti. 
  • Da chi viene assunto il lavoratore? Il lavoratore è assunto e retribuito dal somministratore per essere inviato a svolgere la propria attività (cosiddetta missione) presso l'utilizzatore. Il fatto che il lavoratore venga assunto da un soggetto (agenzia di somministrazione, titolare dell'obbligazione retributiva e contributiva e del potere disciplinare) diverso da quello che effettivamente utilizzerà la propria prestazione di lavoro (impresa utilizzatrice, titolare del potere direttivo e di controllo) costituisce l'elemento caratterizzante di tale tipologia contrattuale. 
  • Quali sono i limiti previsti per l’utilizzo di lavoratori somministrati? La Legge n. 96/2018 (Decreto Dignità) ha previsto un massimale per i contratti di somministrazione a tempo determinato. La norma prevede che il numero dei lavoratori assunti con contratto a tempo determinato ovvero con contratto di somministrazione a tempo determinato non può eccedere complessivamente il 30% del numero dei lavoratori a tempo indeterminato in forza presso l’utilizzatore al 1° gennaio dell’anno di stipulazione dei predetti contratti. La contrattazione collettiva può però prevedere un diverso limite. 
  • E la retribuzione del lavoratore? Viene erogata dall’agenzia di somministrazione che si occuperà anche del versamento della contribuzione previdenziale e assistenziale. L’impresa utilizzatrice rimborserà al somministratore gli importi di cui sopra, con l’aggiunta di una percentuale, che costituisce il guadagno dell’agenzia stessa per il servizio di somministrazione. 
  • Le aziende che nel 2018 hanno impiegato lavoratori tramite le agenzie di somministrazione devono comunicare il numero di contratti conclusi, la durata, il numero e la qualifica dei lavoratori utilizzati entro il 31 gennaio 2019. I destinatari della comunicazione obbligatoria sono le RSA, le RSU od in mancanza, gli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. 
  • Qualora l’utilizzatore non provveda all’assolvimento dell’obbligo comunicativo ovvero effettua una comunicazione non corretta rispetto all’effettivo utilizzo dei lavoratori somministrati, è prevista una sanzione amministrativa da 250,00 a 1.250,00 euro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

SEGUICI!


Le informazioni contenute nel sito hanno carattere unicamente informativo.  Le stesse dovranno essere oggetto di approfondita disamina con il professionista di riferimento ed in ogni caso Studio ERBETTA non è responsabile per qualsiasi danno o problema causato da questo servizio.

Novara

Viale Giulio Cesare, 199
28100 Novara (NO)
Tel. 0321459506
Tel. 0321491105
Fax 0321491106

dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 08:30 alle ore 17:30

Sizzano

Via Carlo Giroldi, 29
28070 Sizzano (NO)
Tel. 0321 810006



tutti i Mercoledì
dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Il sito rappresenta uno strumento per fornire informazioni sull'attività professionale esercitata, secondo correttezza e verità, nel rispetto della dignità e del decoro della professione e degli obblighi di segretezza e di riservatezza ed è, quindi, conforme al dettato del nuovo art.13 del Codice Deontologico dei Consulenti del Lavoro come approvato dal Consiglio Nazionale Consulenti del Lavoro in data 30/31 marzo 2000.

Mobirise page builder - See it